Slow cooker temperatura regolabile: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Sono in pochi ancora a conoscere questa particolare pentola chiamata Slow Cooker: ciò è giustificato dal fatto che qui in Italia fa ancora fatica ad affermarsi, mentre negli Stati Uniti è largamente diffusa. Per capire bene di cosa stiamo parlando, la Slow Cooker è una speciale pentola elettrica che serve a cuocere diversi alimenti a bassa temperatura. I cibi che verranno cucinati con questa pentola, non toccheranno mai i 100°C, per cui la cottura si protrarrà per ore ( sempre in base alla pietanza da cucinare).

In realtà ciò non è affatto uno svantaggio come pensate, ma bensì un ritorno al passato. Ricordate quanto erano buoni i pasti cucinati dalle nonne? Stavano ore ed ore in cucina, ma ciò che portavano a tavola era sensazionale; sapori, consistenza, odori e tanto altro, per una cucina sana e genuina. Ebbene, questa pentola si rifà molto alle tecniche di cottura di una volta, tenendo conto ovviamente, dei ritmi frenetici di oggi; infatti basterà solo programmarla e la cottura degli alimenti avverrà in modo autonomo, facendovi trovare il pasto pronto appena rientrerete a casa.

Slow Cooker: come funziona?

La Slow Cooker ricorda un pò i bollitori elettrici che servono a cuocere il riso; questi prodotti, erano già in commercio da parecchio tempo prima rispetto le attuali Slow Cooker. La versione più semplice di questo modello, possiede una manopola con cui poter selezione fino a quattro diversi programmi: funzione “spento”, “bassa temperatura”, “alta temperatura”, e “tieni in caldo”(conosciuta anche come funzione buffet o warm). La versione originaria dello Slow Cooker invece, non prevede la presenza di un timer, ma la cosa è facilmente risolvibile acquistandone uno a parte, a poco prezzo.

È generalmente composta da tre elementi: una base riscaldante, la pentola di cottura e un coperchio. Nella base riscaldante, sono presenti delle serpentine elettriche che avvolgono di calore la pentola da tutti i lati e garantiscono così una temperatura costante. Il recipiente di cottura è in terracotta – o porcellana– e serve a mantenere uniforme e ben distribuita la cottura. Alcuni modelli hanno la pentola interna realizzata in alluminio. Il coperchio in vetro possiede una guarnizione particolare che aiuta a mantenere la temperatura impostata durante la cottura.

Cosa si può cuocere con una Slow Cooker?

La Slow Cooker ci permette di cucinare di tutto, soprattutto in maniera sana ed esaltando i sapori, molto più di quanto si faccia con una pentola normale. Per chi non è ancora molto ferrato, andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i cibi che si prestano maggiormente:

  • Carne: la carne è una delle principali preparazioni che vengono realizzate spesso con questa pentola. Questo perché, grazie alla sua cottura lenta, ammorbidisce poco per volta le fibre, i tendini ed i tessuti senza seccare la carne, rendendola morbida e gustosa. Il segreto per preparare un ottimo piatto, è quello di impostare “alta temperatura” e poi rosolare la carne in padella con un pò di olio e burro. Quando sarà messa nello Slow Cooker, passare a “basse temperature”. I tipi di carne che rendono di più grazie a questo tipo di cottura sono il coniglio e l‘agnello, ma anche alcuni tagli di manzo, i cosciotti e gli stinchi, cucinati però in umido.
  • Pollame: stessa tecnica descritta sopra da utilizzare anche in questo caso, passando quindi da alte a basse temperature. Si consiglia di rimuovere la pelle prima della cottura, soprattutto perché è molto grassa e andrebbe a liquefarsi nella pentola. La Slow Cooker esalta molto il sapore di galline, oche ed anatre.
  • Pesce: quando si sceglie di cucinare del pesce, l’ideale sarebbe ungere la pentola con del grasso. In base alla ricetta poi, decidere se usare del burro o dell’olio. Dopodichè basterà procedere come se si stesse cucinando del pesce al forno. L’ideale sarebbe non cuocere per più di un paio d’ore a bassa temperatura.
  • Verdure: la Slow Cooker può cucinare ogni tipo di ortaggio, rendendoli davvero gustosi, al contrario di ciò che si pensa. Per le verdure più dure, come le carote per esempio, l’ideale sarebbe quello di tagliarle in piccoli pezzettini e magari pretrattarle a parte in un altra pentola normale per qualche minuto. Piselli e mais che si cuociono con facilità, andrebbero aggiunti a mezz’ora dalla fine del termine della cottura.
  • Legumi e Cereali: possono essere cucinati tutti dalla slow cooker, utilizzando un programma di alta temperatura oppure sfruttare quello di bassa temperatura con una decina di ore. Il procedimento iniziale è sempre lo stesso, ovvero quello di lasciarli in ammollo nell’acqua fredda per almeno una notte.
  • Bagnomaria: perfetto da utilizzare con questa pentola, basterà preriscaldarla per circa 20 minuti

Tipi di cottura di una Slow Cooker

Per capire bene come usare una Slow Cooker, dovete conoscere bene tutte le sue funzioni, soprattutto i metodi di cottura. Quelli che è possibile trovare nei modelli in commercio sono:

  • Modalità Simmer: una via di mezzo tra il mantenimento in caldo e la modalità Low, che fa amalgamare i sapori. (78 gradi)
  • Modalità Low: la normale cottura lenta (84 gradi)
  • Modalità High: cottura dolce, più forte(96 gradi)
  • Modalità Warm o mantenimento in caldo (60 gradi)
  • Modalità Sauter: temperatura regolabile, serve a far rosolare il cibo
  • Cottura a vapore: circa 100 gradi

Queste sono le modalità di cottura che potrete trovare nei vari modelli, o addirittura tutte in uno, se si tratta di una Slow Cooker di fascia alta o professionale.

Quanto consuma?

Non spaventatevi, anche se sta accesa per ore e ore, la Slow Cooker non consuma affatto tanto come pensate. Anzi, per cucinare a basse temperature, non servono tanti Watt. Per fare un esempio, i consumi che avrete tenendo l’apparecchio acceso per ore durante il giorno, non supererà il consumo di una lampadina.

Come pulire la Slow Cooker

La pulizia di questo prodotto è molto semplice, basta solo fare attenzione a lavare il corpo esterno in acciaio, dove risiedono le resistenze; l’ideale sarebbe infatti lavarlo con un panno umido. La pentola interna e il coperchio, invece, possono essere lavate tranquillamente sia a mano che in lavastoviglie. Importante lasciare raffreddare la pentola in ceramica prima di sciacquarla, perchè lo sbalzo di temperatura potrebbe danneggiarla.

Migliori prodotti: prezzi e marche di riferimento

Gli Slow Cooker di base possono regolare la temperatura solo su Low e High; questi modelli, sono tra i più economici. Altri modelli, di fascia più elevata, dispongono di molte funzioni in più; possono mantenere al caldo il cibo, rosolarlo, cuocere al vapore e così via. Tutto dipende da ciò che si vuole ottenere, da quali preparazioni effettuare. Le fasce di prezzo partono dalle più economiche da 20 euro fino ai 50 euro, mentre per prodotti più completi, dai 70 euro ai 200 euro circa, con diverse modalità di cottura a disposizione. Per quanto riguarda alcune marche di riferimento: Crock- Pot, Russel Hobbs, Electrolux, Morphy, H.Koening, Ariete.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it