Slow cooker professionale: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

Quanti sono stufi di passar ore ed ore ai fornelli? Soprattutto quando il tempo scarseggia, il lavoro chiama, ma anche il lavandino pieno con tutti i piatti/pentole da lavare. E se ti dicessi che c’è un modo per evitare tutto ciò? Ed è più semplice di quello che credi; infatti basta solo acquistare un semplice elettrodomestico, chiamato Slow Cooker! Molti di voi sicuramente non l’avranno sentito nominare, ma in America è già diffuso un pò ovunque, qui in Italia non molto, ma dopo averlo provato vi conquisterà di certo. Ma cosa è esattamente una Slow Cooker? Leggi di seguito per scoprire tutto ciò che riguarda questa fantastica pentola.

Cos’è una Slow Cooker?

La Slow Cooker è una speciale pentola elettrica che ti permetterà di cucinare a basse temperature e per lunghissimi tempi. La cosa interessante è che grazie a ciò, dovrai solo inserire gli ingredienti giusti, programmare la cottura (che varia in base alla ricetta) e  dimenticartene, andando a lavoro, uscendo o sbrigando qualsiasi altra cosa. La pentola cucinerà in tutta autonomia, senza bruciare il pasto e lasciandovelo trovare pronto e tenuto al caldo, anche per ore. Grazie a ciò, non dovrete star dietro ai fornelli per seguire la cottura, né sporcare pentole o altri accessori, perché utilizzerete solo la Slow Cooker per cucinare.

Come è fatta una Slow Cooker

La Slow Cooker ha una struttura molto semplice: è formata da un corpo esterno, solitamente in acciaio, dove è contenuta la resistenza elettrica che serve a scaldare e cucinare, una parte interna, dove avviene la cottura vera e propria. I materiali utilizzati per la pentola interna, sono la ceramica, perché conduce bene il calore e lo distribuisce uniformemente, e l‘alluminio. Infine, la terza parte è formata dal coperchio, in vetro, così da poter seguire facilmente la cottura dei cibi senza alzare il coperchio e disperdere il calore.

Cosa si può cucinare?

È un elettrodomestico che permette di realizzare molte ricette, quindi molto versatile. Potrete cucinare stufati, brasati, verdure al vapore, risotti, zuppe, sughi e anche dolci se lo vorrete, come il budino. Potrete esaltare qualsiasi taglio di carne rossa, perché lo renderà gustoso e morbido, ottimo anche per il pollame ed il pesce. Il segreto per cucinarli bene, è rosolarli a parte in una padella con dell’olio e burro, mentre la Slow Cooker è impostata su temperature alte, dopodiché aggiungere la carne e impostare su basse temperature.

Per le verdure più dure, come le carote, meglio tagliuzzarle e pretrattarle a parte in una padella prima di inserirle nella Slow Cooker. Per piselli e mais, già morbidi di suo, è consigliabile inserirli in pentola quasi alla fine della cottura. Grazie alla cottura lenta, si otterranno diversi benefici; come quello di mantenere inalterate le sostanze nutritive degli alimenti e poter usufruire di una cucina salutare e dietetica, oltre che ovviamente gustosa.

Tipi di cottura e temperature di una Slow Cooker

Le Slow cooker di base, possiedono solo poche funzioni, quali Low e High per decidere bassa o alta temperatura- sappiate che questa pentola non arriva a 100°C e che quindi cucina tra i 78 e i 96°C. Mentre per quanto riguarda i modelli più professionali, potrete trovare di certo più funzioni, e tra queste elenchiamo:

  • Modalità Simmer: serve per amalgamare i sapori. Una via di mezzo tra Low e il mantenimento in caldo. (78°C)   
  • Modalità Low: la classica cottura lenta che conosciamo (84 gradi)
  • Modalità High: non proprio una modalità alta, leggermente più forte(96 gradi)
  • Modalità Warm il mantenimento in caldo dei cibi (60 gradi)
  • Modalità Sauter: serve a far rosolare il cibo, dandogli una leggera doratura. La temperatura è regolabile
  • Cottura a vapore: circa 100 gradi , si cucina con l’apposita griglia.

Quanto consuma?

Contrariamente a quanto si crede, una Slow Cooker consuma veramente poco. Innanzitutto, non ha bisogno di un’alta potenza, quindi di un alto wattaggio, perché la cottura lenta per tempi lunghissimi non ne ha bisogno. Quindi è possibile tenerla accesa per parecchie ore senza preoccuparsi di dover pagare bollette salate; questo perché in realtà, una Slow Cooker consuma quanto una lampadina. Una pentola più potente invece, capace di raggiungere quindi temperature molto alte, può arrivare anche a 1500 Watt.

Capacità e peso

In base alle persone per cui si vuole cucinare, è importante scegliere la Slow Cooker adatta; se vivi da solo o in coppia, una Slow Cooker da 2,5 litri è perfetta, perché non solo risparmierai in denaro, ma essendo anche più piccola, potrai conservarla con più facilità. Per famiglie da quattro persone, esistono Slow Cooker da 3,5 litri che arrivano a pesare 4 kg, quindi diventano già un pò più ingombranti. Se invece siete una famiglia numerosa, o comunque cucinate spesso per amici e famigliari, esistono pentole con capacità ancora più ampia, da 7 litri, perfette per circa 8 persone. La Slow cooker in questo caso, peserò anche fino a 6 kg, diventando decisamente molto più grande e occupando più spazio in cucina.

Pulizia e manutenzione

Pulire la Slow Cooker si dimostra essere molto facile e veloce. Pentola interna e coperchio possono essere lavati benissimo sotto l’acqua corrente oppure in lavastoviglie, purché si faccia prima raffreddare la pentola -se in ceramica– per evitare sbalzi di temperatura e danneggiare il prodotto. Riguardo invece il corpo esterno in acciaio, è preferibile utilizzare un panno umido per pulirlo, perché contenendo le resistente all’interno, non è possibile lavarlo in lavastoviglie.

Prezzi e marche di riferimento

La Slow Cooker di base, possiede solo due temperature (high e low) e il mantenimento a caldo. Ma per acquistare un prodotto più completo, le Slow Cooker professionali sono ottime; grazie alle loro molteplici funzioni, potrai non solo regolare la temperatura, scegliendo tra Low e High, ma anche temperature intermedie, cottura al vapore, scottare e dare una leggera doratura ai tuoi ingredienti, mantenere il cibo al caldo più a lungo e così via. Rispetto ai modelli più economici, hanno un prezzo ovviamente più alto, ma per tutte le funzioni che offrono, ne vale sicuramente la pena.

Per un’ottima Slow Cooker professionale, troveremo un range di prezzo che va dai 70 euro ai 200 euro circa. Con questi prezzi, riuscirete veramente a portarvi a casa dei modelli top, con molteplici funzioni, e potrete veramente cucinare dimenticandovi pure dei fornelli. Per quanto riguarda le marche migliori, di seguito ne verranno citate alcune, come: Crock-Pot, Russel Hobbs, Electrolux, Morphy, H.Koening, Ariete.

 

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it