Slow cooker più capienti: quali scegliere? Guida ai prodotti per caratteristiche, funzioni, prezzi e marche

Vi piacerebbe risparmiare tempo, evitando di stare incollati/e ai fornelli? Tutto ciò è possibile grazie ad un elettrodomestico che ancora qui in Italia non è molto conosciuto, ma che una volta appreso cosa può fare, non ne farete più a meno! Stiamo parlando della Slow Cooker; essa offre il vantaggio di cucinare in una pentola elettrica, senza doverne seguire la cottura. Questa pentola ci permette di inserire tutti gli ingredienti all’interno di un unico recipiente e poter cucinare il tutto in un solo passaggio. Risparmierete così tempo e fatica, senza pentole e accessori vari da dover lavare dopo. Inoltre e non meno importante, si risparmia più energia elettrica rispetto all’uso del forno o di una cottura a gas.

La cottura però, è molto lenta ed impiega un sacco di ore, ma dal punto di vista della salute si potranno ottenere molti vantaggi; questo manterrà i nutrienti e le vitamine presenti negli alimenti che si cucineranno. In questo modo, si esalteranno i sapori delle verdure e la carne risulterà  più succosa e saporita.

Com’è fatta una Slow Cooker?

Una Slow Cooker è quindi una pentola elettrica, che non ha bisogno di essere sorvegliata durante le molte ore di cottura dei cibi. È composta da tre elementi:

  • Base riscaldante: qui sono inserite delle serpentine elettriche, che distribuiscono il calore in tutti i lati della pentola, garantendo una temperatura costante, non solo nella base.
  • Pentola di cottura: il recipiente è solitamente in terracotta (o porcellana), che aiuta a mantenere uniforme e ben distribuita la cottura. In alcuni modelli invece, la pentola interna è in acciaio.
  • Coperchio: solitamente in vetro, per osservare meglio la cottura dei cibi. Possiede delle guarnizioni particolari che garantiscono il mantenimento della temperatura impostata durante la cottura.

Funzionamento di una Slow Cooker

La Slow Cooker funziona mediante la regolazione della temperatura, solitamente alta o bassa. Impostando una temperatura bassa, la base riscaldante emette meno calore per un tempo maggiore. Quando impostiamo una temperatura alta, invece, la base emette più calore in minor tempo. Le temperatura di questa pentola elettrica vanno dai 60°C ai 90°C. L’utilizzo delle basse temperature è dovuto al fatto che trattengono l’umidità durante il processo di cottura.

Come cucina una Slow Cooker

La cucina lenta di una Slow Cooker può essere adattata a moltissime preparazioni, così da poter cucinare senza problemi le tue ricette preferite! Però ci sono alcuni limiti di questa cucina, per esempio la difficoltà di friggere velocemente gli ingredienti perché le temperatura alte non sono in grado di riscaldare l’olio. Non è possibile effettuare una cottura simile a quella del forno, per asciugare i cibi e i liquidi non evaporano con le temperature alte (che in realtà non sono poi così alte). Legumi in scatola o verdure surgelate, possono risultare troppo cotte perché hanno bisogno di meno tempo per la cottura. Carne macinata, polpette etc. vanno rosolati in una pentola a parte per rimuovere il grasso, prima di essere inseriti nella Slow Cooker. Mentre i cibi teneri, come piselli, zucchine e pasta devono essere aggiunti all’ultimo, poco prima di staccare la cottura.

Temperatura e tempi di cottura

La cottura lenta è la cottura principale della Slow Cooker, ma esistono anche altri tipi di cottura, presenti o meno, in base al modello:

  • 78 °C: cottura lentissima a fuoco basso
  • 84 °C: cottura medio-bassa temperatura
  • 96 °C: cottura perfetta per i dolci (come i budini)

I tempi di cottura variano quindi in base alla quantità di ingredienti presenti all’interno, ai diversi alimenti e alla temperatura ambiente. È importante informarsi bene, leggere le istruzioni e quant’altro, per poter utilizzare al meglio il prodotto.

Altri tipi di cottura utilizzabili

Esistono altri modelli, più avanzati, che ci danno la possibilità di utilizzare anche altri tipi di cottura. Tra questi troviamo:

  • Modalità cottura a fuoco vivo: scotta gli alimenti e dà loro una leggera doratura, prima di impostare la cottura a fuoco lento.
  • Modalità cottura a vapore: è possibile ottenere anche la cottura a vapore di riso e verdure. Questo tipo di cottura è ideale per un’alimentazione dietetica e sana; inoltre mantiene intatte le proprietà degli alimenti.

Potenza e consumi

Bisogna sapere che i tempi di cottura di una Slow Cooker variano in base ai Watt. Solitamente queste pentole utilizzano un wattaggio basso,  come 250 Watt, proprio perché cucina a basse temperature per tempi lunghi e non è richiesto un riscaldamento rapido ad alte temperature, come invece per il forno. Le pentole che possono arrivare a temperature alte, possono  raggiungere o superare i 1500 watt. Per una Slow Cooker normale, da 250/300 Watt, i consumi non sono elevati, basti pensare che tenerla accesa per tante ore consuma quasi quanto una lampadina.

Pulizia

Questa speciale pentola elettrica, ci permette di cucinare in un unico tegame in terracotta, così da non avere altro da lavare dopo aver cucinato. La pentola in terracotta e il coperchio in vetro possono essere lavati facilmente in lavastoviglie, mentre per il corpo esterno, che contiene le resistenze, basta solo un panno umido.

Capacità e peso

Questo è un fattore importante per scegliere definitivamente il vostro Slow Cooker. Esistono vari modelli con capacità diverse (espresse in litri) e questo influenzerà senza dubbio il peso e le dimensioni. Valutate bene anche lo spazio disponibile in cucina, per non avere poi ingombri sul piano di lavoro. Inoltre è bene valutare per quante persone cucinare. Vediamo di seguito le diverse capacità di una Slow Cooker con relativo peso:

  • Cucinare per 1/2 persone: hai bisogno di una piccola Slow Cooker, con capacità di massimo 2,5 litri. Pesa sui 3 kg.
  • Cucinare per 4 persone: ti servirà una Slow cooker media, per famiglie, che ha una capacità di 3,5 litri e pesa sui 4 kg.
  • Cucinare per 8 persone: se hai spesso gente o altri famigliari a casa, hai bisogno di una Slow Cooker grande, che raggiunge i 7 litri di capacità e pesa fino a 6 kg.

Prezzi e marche specializzate

v

Gli Slow Cooker capienti sono ottimi per i propri amici e famigliari, soprattutto per i bambini che non mangiano facilmente verdure o altro, e grazie a questo metodo di cottura lenta, potrete fargli assaporare il meglio. Come abbiamo già detto, più capienza richiede una pentola elettrica, più grande e pesante risulterà, quindi vi servirà avere a disposizione un bel pò di spazio. Se possedete già a casa pentola a pressione, cuoci riso o robot vari, una Slow Cooker  base andrà più che bene; questo perché i prezzi che troverete variano dai 50 euro in su, fino ai 100 euro circa. Un modello da 70/80 euro offre già ottime funzioni ed è l’ideale per avere un buon prodotto. Tra le marche di riferimento citiamo: Russel Hobs, Crock Pot, Electrolux, Ninja Foodie, Cuisinart, Klarstein Bristol.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it