Slow cooker piccoli: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

Esistono parecchi elettrodomestici che possono facilitarvi la vita, ma di cui magari non conoscete nemmeno l’esistenza. Tra questi, senza dubbio figura la Slow Cooker, una pentola elettrica che cucina lentamente e a basse temperature; se poi è anche piccola e poco ingombrante, si raggiunge la perfezione. Sicuramente vi starete chiedendo a cosa potrà mai servire una pentola che cucini lentamente, ebbene la risposta potrà stupirvi, quindi vi invito a leggere oltre.

La Slow Cooker: Cos’è?

Come accennato sopra, la Slow Cooker è una particolare pentola elettrica per la cottura a bassa temperatura. Infatti, cucinando con essa, la temperatura interna non raggiungerà mai i 100 gradi, quindi l’ebollizione, ma si manterrà sempre più bassa (78/96 gradi). La temperatura potrà essere scelta mediante dei tasti semplicissimi; low, high e medium (non presente in tutti i modelli). I tempi di cottura di una Slow Cooker possono arrivare anche ad 8 ore o più; in questo lasso di tempo potrete fare altro, uscire, lavorare etc, per poi tornare e trovare pronto il proprio cibo. Altra cosa interessante è la possibilità di poter mantenere al caldo il proprio pasto per tutto il tempo che si desidera.

Vantaggi della cottura a bassa temperatura

Oltre al fatto che potrete lasciare incustodita la pentola senza preoccuparvi di bruciare il cibo, grazie a questa lenta cottura, potrai mantenere intatte vitamine e minerali contenute nei cibi. Le pietanze risulteranno morbide, gustose e idratate, senza bisogno di aggiungere olio o grassi vari, per cui si presta perfettamente ad un regime di alimentazione dietetico. Non è adatta a chi vuole improvvisare dei pasti serali, appunto perché cucina molto lentamente, ma è perfetta per chi lavora tutto il giorno e non ha tempo per cucinare, ma allo stesso tempo non vuole rinunciare ai piaceri di un buon pasto fatto in casa. Grazie alla Slow Cooker, sarai quindi in grado di programmare il tuo pasto caldo, in modo da poterlo trovare pronto appena tornato a casa; dovrai solo preoccuparti di preparare gli ingredienti e impostare la cottura ideale.

Tempi di cottura e temperature

Una Slow Cooker di qualità deve essere capace di eseguire diverse preparazioni, offrendo quindi diversi tipi di cottura. La cottura lenta è quindi quella principale e può differire in base ai tempi e alla temperatura. In base al modello, questi fattori possono decisamente cambiare, ma in linea massima possiamo dire:

  • 78 °C: cottura lentissima a fuoco basso
  • 84 °C: cottura medio-bassa temperatura
  • 96 °C: cottura perfetta per i dolci

Quindi i tempi di cottura variano in base alla quantità di cibo contenuto nella pentola, ai diversi alimenti da cucinare e alla temperatura ambiente. Leggere le istruzioni del prodotto torna particolarmente utile per potersi destreggiare al meglio e impostare nel modo migliore la pentola.

Altri tipi di cottura

Alcuni modelli presentano altre tipologie di cottura, tra queste troviamo:

  • Cottura a fuoco vivo: ottima per scottare gli alimenti e dare loro una leggera doratura, prima di impostare la cottura a fuoco lento.
  • Cottura a vapore: se impostata correttamente, è possibile ottenere anche la cottura a vapore di riso e verdure. Questo tipo di cottura è ideale per un’alimentazione dietetica e sana; inoltre mantiene intatte le proprietà degli alimenti.

Altri modelli di Slow Cooker permettono di cucinare anche la pasta, risotti e preparare alimenti in vasetti sottovuoto. Queste pentole infatti riescono a raggiungere temperature d’acqua superiori alle altre.

Potenza

È importante sapere che i tempi di cottura variano anche in base al wattaggio della Slow Cooker. Solitamente utilizzano un wattaggio basso, circa 250 Watt, appunto perché cucina a basse temperature per tempi lunghi e quindi non richiede un riscaldamento veloce con alte temperature, come per il forno. Le pentole che invece possono raggiungere temperature più elevate, raggiungono o superano anche i 1500 Watt.

Funzioni di una Slow Cooker

Questi apparecchi possiedono diverse funzioni che permettono di regolare soprattutto le tipologie di cottura; il tutto può essere regolato tramite comandi presenti sulla base della pentola e in alcuni casi è possibile usufruire anche di un comodo display o di un sistema iconico di pulsanti. Le principali funzioni che possiamo trovare sono:

  • Pulsante ON/OFF: regola l’accensione e lo spegnimento del dispositivo
  • Regolazione cottura lenta: in base al modello, si può disporre di svariate tipologie di cottura, da due, a quattro o anche di più. Alcune permettono di regolare la temperatura in modo molto preciso, grazie anche all’ausilio di alcuni ricettari.
  • Timer: ottimo per gestire la tempistica di preparazione dei cibi. Alcuni modelli permettono di impostare un timer fino a 24 ore
  • Mantenimento in caldo: utilissima funzione, non in possesso di tutti i modelli. Aiuta a mantenere al caldo una pietanza già cotta. I tempo di mantenimento possono cambiare, ed è comunque  consigliabile un apparecchio che mantenga al caldo il cibo per un maggior numero di ore.
  • Funzione Buffet: nei modelli di fascia più altina, sarà possibile usufruire di questa funzione, che garantisce una temperatura superiore a quella del mantenimento in caldo.

Capacità e peso di una Slow Cooker

Esistono diversi modelli, con diverse capacità, espresse in litri, che possono influenzare decisamente dimensioni e peso. Per capire meglio, semplifichiamo così:

  • Piccola Slow cooker 1/2 persone : possiede una capacità di circa 2,5 litri ed un peso di 3 kg
  • Media Slow cooker 4 persone:  capienza di 3,5 litri ed un peso di 4 kg
  • Grande Slow Cooker 8 persone: può raggiungere anche 7 litri e pesare fino a 6 kg

È importante valutare lo spazio di lavoro in cucina, per poterla posizionare al meglio e senza troppi ingombri. Una Slow Cooker da 2,5 è la più piccola e meno ingombrante, quindi più facile da posizionare senza creare ingombri vari, ma è adatta per una massimo due persone. Valutare bene le proprie esigenze aiuterà a scegliere il prodotto migliore.

Marche e prezzi migliori

Come accennato su, una Slow Cooker di piccole dimensioni è molto semplice da adattare nella propria cucina, soprattutto se il massimo di persone che la utilizzano varia da due a massimo quattro. Riguardo quest’ultima, troviamo misure di 30×30, quindi non particolarmente ingombrante. Salendo di capacità troveremo già apparecchi più grossi e pesanti. Le fasce di prezzo variano in base alla capacità, quindi dimensioni e alla capacità di cottura. Una Slow Cooker con prezzo fascia di prezzo dai 100 ai 200 euro sarà sicuramente in grado di offrire maggiore versatilità, personalizzazione della cottura, possedendo quasi sicuramente un display e un timer. Una Slow Cooker di fascia più bassa, quindi intorno alle 50 euro o meno, avrà si delle dimensioni contenute, ma anche poche opzioni di cottura e sarà sprovvista di display. Crock Pot, Klarstein Bristol, Homever, Russel Hobbs sono alcune delle marche di riferimento per i modelli più “contenuti”.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it