Slow cooker per verdure: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

La Slow Cooker è un elettrodomestico innovativo, nonostante utilizzi un metodo di cottura passato. Grazie a questa pentola elettrica, si può nuovamente beneficiare di una cottura sana e genuina, che apporta diversi vantaggi ed un sapore unico! Infatti cuocere i cibi a basse temperature e per tempi lunghi, mantiene inalterate le proprietà nutritive degli ingredienti, e li rende morbidi, esaltandone tantissimo i sapori.

Le verdure soprattutto, beneficiano di questa cottura, perché sono state sempre difficili da cuocere, in quanto la cottura tradizionale le rendeva molli, insipide e per niente appetitose; ragion per cui ogni volta la dieta diventa un incubo, oppure un’impresa per farle mangiare ai bambini! Ma grazie alla Slow Cooker, sia il sapore che la consistenza ne potranno solo beneficiare, permettendo la preparazione di piatti gustosi! In questa guida scoprirete le meraviglie di questa fantastica pentola speciale!

Che vantaggi porta l’utilizzo della Slow Cooker

Possedere quindi una Slow Cooker porta diversi benefici, come avrete già visto su. Oltre ad esaltare il sapore di ogni alimento, ne preserva le sostanze nutritive, ma in tutto ciò, la pentola elettrica cuoce in totale autonomia. Questo significa che non dovrete stare dietro alla cottura, controllando ogni volta e mescolando il tutto, perché la

Slow Cooker pensa anche ad amalgamare gli ingredienti e a cuocere non bruciando il pasto. In tutto ciò, dovrete solo programmarla e dimenticarla, uscendo o andando a lavorare, e al ritorno troverete il vostro pasto pronto e mantenuto al caldo, grazie all’apposita funzione. La comodità di queste pentole, sta nel fatto che non dovrete sporcare altro mentre cucinate, quindi non vi ritroverete con il lavandino pieno di accessori e pentole sporche da lavare dopo.

Com’è fatta una Slow Cooker?

Questa particolare pentola elettrica, è composta da tre elementi:

  • Base: il corpo esterno, solitamente realizzato in acciaio inox, che è un materiale molto resistente. All’interno di esso, sono contenute delle serpentine elettriche, che permettono al calore di diffondersi per tutti i lati della pentola, garantendo una temperatura costante, che non si limita solo alla base.
  • Recipiente interno: qui avviene la cottura vera e propria. Solitamente realizzato in ceramica, distribuisce il calore in modo uniforme e costante. Alcune pentole interne sono realizzate anche in alluminio.
  • Coperchio: in vetro temperato, permette di osservare meglio la cottura dall’esterno, senza bisogno di sollevarlo. Contiene delle particolari guarnizioni che non permettono la dispersione di calore e mantengono sapori e odori. Alcuni modelli possiedono il coperchio a chiusura ermetica, per facilitare il trasporto, senza il rischio di rovesciare ciò che c’è all’interno.

Cosa cucinare?

La Slow Cooker non ha quasi nessun limite, potrai cimentarti nella preparazione di tantissime ricette, anche le tue preferite, rielaborandole in chiave di cottura lenta, per renderle ancora più gustose e semplici da cuocere. In generale potrete preparare stufati, brasati, verdure al vapore, risotti, zuppe, sughi, ma anche dolci vari, come i budini.

La carne è particolarmente utilizzata in questo tipo di preparazioni, perché è possibile cuocere ogni taglio di carne, anche meno nobile, perché la Slow Cooker lo renderà più idratato, tenero e saporito! Grazie a questo, potrai anche risparmiare in costi, potendo comprare tagli di carne meno costosi, che verranno comunque valorizzati dalla cottura lenta.

Perfetta per cucinare anche pollame, facendo attenzione a rimuovere la pelle prima della cottura lenta; esalta soprattutto il sapore di galline, anatre e oche. Il pesce si cuoce anche molto bene, soprattutto polpo e seppia, ed è possibile preparare delle ottime zuppe di pesce. Infine verdure, ortaggi, legumi e cereali, che possono essere cucinati quasi tutti dalla Slow Cooker, prestando solo attenzione a quelli troppo teneri, come mais e piselli, da inserire in pentola quasi a fine cottura.

Modalità di cottura

Il modello base di una Slow Cooker, possiede una manopola in grado di poter selezionare fino a quattro o più modalità di cottura. Tra queste troviamo la modalità di cottura “Low” ovvero bassa, “High” alta, e mantenimento in caldo, “Warm”, oltre alle classiche ed immancabili On/Off per accendere o spegnere il dispositivo. Invece una Slow Cooker di fascia alta, potrà essere regolata tramite tasti oppure tramite un display touch screen, e ovviamente si potrà scegliere tra molte più modalità di cottura, regolare anche la temperatura in modo autonomo etc. Le altre modalità di cottura che potrete trovare sono:

  • Cottura Sauter: la cottura a fuoco vivo, per rosolare gli alimenti e dargli una leggera doratura, prima di cuocerli a basse temperature.
  • Cottura al vapore: perfetta per cuocere riso e verdure ed è la più indicata per mantenere intatte le proprietà nutritive degli ingredienti.
  • Sottovuoto: adatta alla sterilizzazione, può raggiungere temperature molto elevate ed è l’ideale per trattare vasetti di alimenti sottovuoto.

Temperature

La Slow Cooker di norma non raggiungerà mai la temperatura di 100°C, ovvero l’ebollizione, ma si manterrà su temperature come 78°C e 96°C.  Ovviamente i tempi di cottura dipendono da diversi fattori, come il tipo di alimento, la quantità di cibo da cuocere e dai Watt della pentola elettrica, che solitamente si aggirano sui 250. Le temperature corrispondono quindi a:

  • 78°C: cottura molto lenta, a temperatura bassa
  • 84°C: cottura lenta a temperatura medio-bassa
  • 96°C: cottura per dolci

Capacità della Slow Cooker

Importantissima da valutare, perché ti permetterà di poter cucinare per un determinato numero di persone. La capacità, espressa in litri, influenzerà anche dimensione e peso della pentola stessa; ovvero, se si dovrà cucinare per un massimo di due persone, 2,5 litri di capacità vanno più che bene, quindi la pentola sarà anche piccola e peserà sui 3 kg. Mentre se le persone per cui cucinare arrivano fino a quattro circa, la pentola dovrà avere una capacità di 3,5 litri, quindi diventerà già una pentola di grandezza media, che peserà 4 kg.

Infine, per cuocere per ancora più persone, almeno otto, la pentola dovrà avere una capacità di almeno 7 litri, per cui sarà una Slow Cooker di grandi dimensioni, che può pesare anche 6 kg. In questo caso bisogna valutare lo spazio a disposizione nella propria cucina, per non creare troppo ingombro.

Le migliori Slow Cooker per verdure

I modelli di Slow Cooker in commercio sono veramente tanti. I più economici permettono solo poche funzionalità, e quindi a volte non sono adatte per certi tipi di alimenti nello specifico, ma i modelli di fascia un pò più altina, possono offrire modalità di cottura in più, per poter cuocere al meglio certi alimenti, come le verdure, valorizzandole parecchio. La cottura al vapore è ottima per questo, perché ne mantiene anche le proprietà nutritive, come vitamine e minerali, quindi valutate l’acquisto di una Slow Cooker che può offrire tale funzione. La fascia di prezzo per questo modello, si aggira sui 100 euro circa. Tra i modelli consigliati, troviamo: Klarstein, Russel Hobbs, Crock-Pot, Electrolux, Cuisinart.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it