Slow cooker elettrica: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

La Slow Cooker rappresenta una grandissima novità in cucina, anche se in America si è già diffusa a partire dagli anni ’70, con delle varianti diverse dall’attuale Slow Cooker in commercio. In Italia sta iniziando a diffondersi in questi anni, data la comodità di poter cucinare in autonomia, senza restare incollati ai fornelli. Avete letto bene, questa pentola ha la capacità di cucinare in autonomia, grazie alla “cottura lenta”, che permette di cuocere i cibi in tempi molto lunghi.

La cottura lenta, risulta essere anche molto salutare, ed esistono diverse pentole in grado di cuocere i cibi con queste modalità; esistono le classiche pentole in ghisa, perfette per stufati e brasati, oppure le pentole elettriche, programmabili facilmente e con un timer a disposizione. In questa guida ci concentreremo sulle ultime, scoprendo come sono fatte e come funzionano.

Come funziona la Slow Cooker?

Fortunatamente, per utilizzare la Slow Cooker, non bisogna essere delle cime in cucina; infatti risulta davvero molto semplice e intuitiva da usare per chiunque. Dovrai solamente preparare gli ingredienti, inserirli tutti insieme nella Slow Cooker, per poi impostare il tempo di cottura e avviare il tutto. Nel frattempo, dato che la pentola non ha bisogno di essere supervisionata, potrai uscire, andare a lavoro o sbrigare qualsiasi altra cosa, risparmiando tempo; al ritorno troverai il tuo pasto pronto e tenuto al caldo grazie all’apposita funzione.

Nella versione base del modello, potrete trovare una manopola, con cui selezionare solitamente fino a quattro programmi: On/Off (acceso/spento), Low(bassa temperatura), High (alta temperatura) e l’utilissima funzione Buffet o Warm ( tieni in caldo). La versione originale della Slow Cooker non possiede un timer, ma è possibile risolvere facilmente la cosa acquistandone uno a parte.

Com’è fatta una Slow Cooker

Scopriamo adesso come è fatta una Slow Cooker. Questa pentola, come avrai avuto modo di notare, funziona ad alimentazione elettrica ed è costituita principalmente da tre elementi, che andremo ad analizzare di seguito:

  • Corpo esterno: la parte esterna della pentola quindi, realizzata spesso in metallo, soprattutto acciaio inox. All’interno di essa, si trova la resistenza elettrica, che serve a produrre il calore necessario per poter cuocere i cibi lentamente.
  • Recipiente interno: qui avviene la cottura vera e propria. Il recipiente interno è solitamente realizzato in ceramica, anche se in alcuni modelli lo si può trovare in metallo. La parte interna si può estrarre, ed utilizzare in alcuni casi, anche in forno o sui fornelli a gas.
  • Coperchio: in questi casi è spesso realizzato in vetro, così da poter osservare comodamente dall’esterno la cottura, senza doverlo alzare e disperdere il calore. Contiene delle guarnizioni speciali che aiutano a mantenere la temperatura impostata durante la cottura.

È importante fare attenzione durante la cottura, perché la pentola tenderà a scaldarsi molto, aumentando il rischio di ustionarsi. Per questo è consigliabile utilizzare pentole con manici termo resistenti, così da poter cucinare in totale sicurezza. 

Cosa si può cucinare con una Slow Cooker?

Un altro punto forte di questo elettrodomestico, sta proprio nella versatilità in cucina; permette infatti di poter realizzare tantissime ricette, anche quelle tradizionali, rivisitandole in chiave di cottura lenta. Questo permetterà di esaltare le tue ricette, soprattutto per quanto riguarda il sapore e la consistenza. Grazie a questa pentola speciale, si potrà esaltare il gusto di ogni alimento e rendere tenero ogni taglio di carne, anche meno nobile cucinando in modo sanodietetico e senza intaccare le proprietà nutritive dei cibi.  Di seguito, i cibi che è possibile cucinare nel dettaglio:

  • Carne: molto utilizzata per la preparazione di moltissime ricette. Questo perché la cottura lenta, ammorbidisce pian piano le fibre e i tendini della carne, evitando che si secchi, rendendola morbida, idratata e gustosa. Per preparare un ottimo piatto a base di carne, si consiglia di rosolarla a parte con un pò di olio o burro (se si preferisce), e poi cuocerla nella Slow Cooker, con la sua cottura lenta. I tipi di carne utilizzati più spesso per questa cottura sono: coniglio, l‘agnello, alcuni tagli di manzo, i cosciotti e gli stinchi, cucinati però in umido.
  • Pollame: anche il pollame si presta bene per la cottura lenta, soprattutto galline, oche e anatre, di cui esalta molto il sapore. Si può procedere con la stessa tecnica menzionata sopra, avendo l’accortezza di rimuovere prima della cottura la pelle; questo perché è molto grassa e potrebbe liquefarsi all’interno della pentola.
  • Pesce: anche il pesce viene esaltato molto dalla cottura lenta, soprattutto polpo e calamari, rendendoli molto teneri. Per cucinare un ottimo pesce, è importante non protrarre per più di due ore la cottura lenta. Se possibile, ungere la pentola con del grasso (olio o burro) e poi procedere alla cottura come se si stesse cucinando del pesce al forno.
  • Verdure: grazie alla cottura lenta, il sapore e la consistenza delle verdure, viene esaltato di molto, rendendole davvero gustose, al contrario di ciò che si pensa. Per cuocere verdure più dure, come le carote, il consiglio è quello di farle prima in piccoli pezzi e poi pretrattarle in una pentola a parte per qualche minuto. Invece per quelli più teneri, come mais e piselli, andrebbero aggiunti in pentola almeno mezz’ora prima della fine della cottura.
  • Legumi e cereali: quasi tutti possono essere cucinati dalla Slow Cooker, sia a basse che alte temperature. Il procedimento iniziale non cambia, quindi basta lasciarle prima in ammollo nell’acqua fredda per almeno una notte.
  • Bagnomaria: per utilizzare questa modalità, preriscaldare la pentola per 20 minuti.

Capacità Slow Cooker

La capacità di una Slow Cooker, espressa in litri, è fondamentale per la scelta del prodotto più adatto alle proprie esigenze. Grazie alla tabella esplicativa qui di seguito, verranno spiegate le varie differenze:

QUANTE PERSONE DIMENSIONI CAPACITÀ PESO
Hai bisogno di cucinare solo per te oppure vivi in coppia. Hai bisogno di una Slow Cooker piccola La capacità di una Slow Cooker piccola è di 2,5 litri. 3 kg
Hai una famiglia, composta di un massimo di quattro persone. Hai bisogno di una Slow Cooker di medie dimensioni Una Slow- Cooker di medie dimensioni ha una capacità di 3,5 litri. 4 kg
Stai in una famiglia numerosa, o cucini spesso per amici e parenti, arrivate ad un massimo di otto persone. Ti servirà sicuramente una Slow Cooker di grandi dimensioni. Una Slow Cooker grande ha una capacità di 7 litri 6 kg

Pulizia

La Slow Cooker si pulisce molto facilmente, grazie alle sue parti rimovibili (coperchio e recipiente interno) e lavabili in lavastoviglie e a mano. L’unica accortezza, se la pentola interna è in ceramica, di farla prima raffreddare, perché soffre gli sbalzi di temperatura, per cui potrebbe rovinarsi. Per pulire il corpo esterno, basta utilizzare solamente un panno in cotone.

Scegliere la miglior Slow Cooker Elettrica: prezzi e marche

Sono molti i modelli di Slow Cooker in commercio, ognuna con l sue caratteristiche, pro e contro, e così via. Di per se, questa pentola, non è particolarmente costosa, e questo infatti ha anche contribuito al suo enorme successo. I modelli economici, solitamente presentano una manopola dove si può scegliere fino ad un massimo di quattro opzioni (già citate sopra).  Il mantenimento in caldo è limitato e spesso non possiedono il timer integrato. Le fasce di prezzo per questo modello, vanno dai 30 euro ai 50 euro.

Una Slow Cooker di fascia medio/alta invece, si mostra come un prodotto più completo, che offre diverse modalità di cottura, programmi preimpostati, timer interno, display per regolare la temperatura anche autonomamente. Il mantenimento a caldo può durare anche per molte ore. Le fasce di prezzo partono da 70 euro a circa 100 euro.

Alcune delle marche di riferimento cui rivolgersi, sono: Russel Hobs, Crock Pot, Electrolux, Ninja Foodie, Cuisinart, Klarstein Bristol.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
sceltaslowcooker.it